Gruppo CNH industrial: Santorsola sui livelli occupazionali: "Farò di tutto per salvaguardare i posti lavoro"

Gruppo CNH industrial: Santorsola sui livelli occupazionali: "Farò di tutto per salvaguardare i posti lavoro"

Dichiarazione del consigliere Mimmo Santorsola

Apprendo dalla FIOM Cgil che il gruppo CNH Industrial, settore dell'allora gruppo FIAT dedito alla produzione di macchine agricole e commerciali, ha ufficializzato alcuni dettagli del nuovo piano industriale che, come spesso è accaduto, espone la volontà dell'azienda di aumentare redditività ed obiettivi finanziari con un calo dei livelli occupazionali.

L'azienda ha infatti annunciato la gravissima chiusura degli stabilimenti di San Mauro Torinese e Pregnana Milanese con il ben servito di centinaia di lavoratori mentre per il sito FPT Industrial di Foggia, nonostante l'annunciato investimento per i motori F5, appare evidente che la perdita di posti di lavoro derivante dalla cessazione della commessa Sevel, non sarà riassorbita.

Il Ministro dello Sviluppo Economico e la Ministra del Lavoro prendano in carico la vicenda per cui giustamente la FIOM ha già lanciato uno stato di agitazione e degli scioperi spontanei, affinché l'azienda chiarisca i suoi reali obiettivi e corregga i pericolosi indirizzi proposti nelle scorse ore.

Come già fatto in piena estate, Sinistra Italiana sarà al fianco degli operai e sosterrà ogni iniziativa di contrasto promossa dalle organizzazioni sindacali.

Il tessuto industriale del sud Italia, della Puglia ed in particolare di un territorio particolarmente gravato da alti tassi di disoccupazione come è quello della provincia di Foggia, non solo non potrebbe sopportare qualsiasi diminuzione dei livelli occupazionali, ma anzi, meriterebbe di essere ampliato. Purtroppo nelle scorse ore ho appreso che le preoccupazioni esternate della FIOM Cgil sul finire del mese di luglio erano fondate: lo stabilimento FPT (ex Sofim) rischia una lenta agonia che potrebbe portare ad un consistente ridimensionamento - dello stabilimento principale, ma anche dell'indotto e dei servizi - nei prossimi anni a causa degli effetti combinati derivanti dallo stop alla produzione dei motori montati sotto il modello Fiat Ducato e per i tanti pensionamenti previsti.

In qualità di Presidente della Commissione Lavoro del Consiglio della Regione Puglia farò tutto ciò che è in mio possesso per evitare il peggioramento di una situazione che coinvolge centinaia di lavoratori proveniente dalla provincia di Foggia, ma anche dalla BAT.

Ultima modifica ilGiovedì, 03 Ottobre 2019 07:42

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Torna in alto

Sezioni

Rubriche

News Locali

Servizi

Chi Siamo

Seguici Su: