Taranto News

Taranto News (46)

IL FRECCIAROSSA 1000 CONTINUERA’ AD ARRIVARE NELLA STAZIONE DI TARANTO.

Regione Puglia e Trenitalia stanno individuando, di concerto, le modalità attraverso le quali si potrà consentire l’arrivo del Frecciarossa a Taranto. Infatti trattandosi di servizio a mercato, non è consentito finanziarlo con le risorse del Trasporto Pubblico Locale, al quale sono destinate, in via esclusiva, le risorse del Fondo Nazionale per il TPL.

Leggi tutto...

EX ILVA, EMILIANO A TARANTO A PALAZZO DI CITTÀ

“Penso che la posizione unita e forte dello Stato e di tutte le componenti della Repubblica abbia sortito l'effetto desiderato. Adesso staremo a vedere. ArcelorMittal è sì una grande multinazionale ma è anche un'azienda padronale dove c'è una persona che prende le decisioni e gli altri obbediscono: questo in qualche caso è un bene in altri casi può non esserlo”. Lo ha detto il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano oggi a Taranto da Palazzo di Città.

 “Dopo quattro anni di lavoro - dichiara Emiliano - tutta l’Italia converge sulla proposta della Regione Puglia sulla decarbonizzazione della fabbrica. È una grande soddisfazione per me, anche per tutta la sofferenza che abbiamo patito su questo punto perché molti ridicolizzavano questa posizione. Devo annunciare che proprio oggi ho avuto un colloquio telefonico con l'amministratore delegato di Snam, che è la più grande azienda italiana che distribuisce gas, che mi ha detto una cosa importantissima e cioè che oggi una acciaieria a gas è persino più conveniente dal punto di vista economico di una a carbone, in quanto le sovrattasse per le emissioni di CO2 sul carbone sono diventate così alte da obbligare, per esempio, una fabbrica come l'ex Ilva a pagare una tassa supplementare da 250 milioni di euro per le enormi emissioni di CO2 che invece un impianto a gas non dovrebbe pagare”.

 “Noi abbiamo una posizione così severa e così unitaria perché ArcelorMittal rispetti il contratto - ha aggiunto Emiliano - in quanto il contratto è un elemento vincolante. Quindi ammesso e non concesso che uno voglia sciogliere un contratto non lo fa in quel modo. Questo significa, per essere chiari, che io non tengo affatto alla presenza di Mittal in sé e per sé, però Mittal è il firmatario del contratto e lo deve rispettare: se vuole andare via, se ne va come se ne vanno le aziende civili che rispettano i Paesi sovrani come l’Italia e le regole del diritto”.

 

Leggi tutto...

Manduria. Galante invia richiesta di accesso agli atti all’Ager sull’impianto di compostaggio Eden ‘94

“Sono passati due mesi da quando l’assessore Stea in aula ci aveva assicurato che in tre gironi avremmo avuto la documentazione da noi richiesta su monitoraggio e controllo degli impianti che potrebbero essere la causa delle emissioni odorigene persistenti nell’abitato di Manduria, ma ancora tutto tace. Così come attendiamo dall’assessorato all’Ambiente la documentazione relativa al rispetto delle prescrizioni previste dall’AIA da parte dell’impianto Eden ’94 e agli esiti dell’attività ispettiva condotta presso l’impianto Manduriambiente. Siamo all’ennesimo sollecito: i manduriani vogliono e devono sapere se gli impianti con cui sono costretti a convivere rispettino le prescrizioni imposte per legge”.

Leggi tutto...

Ex Ilva. Dal M5S mozione per la sottoscrizione dell’accordo di programma per Taranto. “L’obiettivo è la riconversione economica”

Il gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle presenterà una mozione con cui impegna il Consiglio regionale a promuovere la sottoscrizione di un accordo di programma per la riconversione dell’ex Ilva di Taranto tra il Ministero dello Sviluppo economico, il Ministero dell'Ambiente, il Ministero delle Infrastrutture e trasporti, il Ministero per il Sud e la Coesione territoriale, il Ministero del Lavoro e delle politiche sociali, il Ministero per l'Innovazione tecnologica e la Digitalizzazione, il Commissario straordinario di Ilva S.p.A. in amministrazione straordinaria, il Commissario Straordinario per gli interventi urgenti di bonifica, ambientalizzazione e riqualificazione di Taranto, la Regione Puglia, la Provincia e il Comune di Taranto, l'Autorità di Sistema portuale del Mar Ionio e AM InvestCo Italy S.R.L.

Leggi tutto...

GIANNINI RISPONDE SULLA QUESTIONE DEL FRECCIAROSSA 1000 CON PARTENZA DA TARANTO VIA POTENZA

Sulla questione del treno Frecciarossa da Taranto  via Potenza, l’assessore ai Trasporti della Regione Puglia, Giovanni Giannini, ha diffuso la seguente nota:

“L’iniziativa della Regione Basilicata di limitare, dal prossimo orario invernale, l’itinerario del Frecciarossa 1000 spostandone la partenza da Taranto a Metaponto, richiede alcune considerazioni sul tema dei sussidi in materia di trasporto pubblico.

Leggi tutto...

Taranto, presentato il nuovo fondo per le PMI pugliesi Tranched Cover

Nota dell’assessore allo Sviluppo Economico, Mino Borraccino:

            “E’ stato presentato questa mattina a Taranto il nuovo fondo messo in campo dalla Regione Puglia in favore delle piccole e medie imprese operanti in Puglia. 

            Nella sede della Confcommercio, assieme ai rappresentanti di Confidi Confcommercio Puglia, Fin.promo.ter (BCC) abbiamo illustrato lo strumento finanziario innovativo che consentirà alle piccole e medie imprese locali di accrescere la competitività, sul mercato nazionale ed internazionale, grazie ad un più favorevole accesso al credito. 

            Si tratta del nuovo Tranched Cover che con una dotazione di 64 milioni di euro, messa a disposizione dalla Regione Puglia alle banche favorirà il contrasto alla stretta creditizia, grazie ad un celere accesso a finanziamenti a tassi di interesse migliori rispetto a quelli presenti sul mercato.

            Esprimo la mia soddisfazione per questo innovativo strumento che potrà far raggiungere risultati importanti all’economia locale”. 

Leggi tutto...

Risorse delle royalties per progetti su Taranto. Galante (M5S): “Ennesimo spot della Giunta che non porterà benefici alla città”

Quella dell’assessore Borraccino e di conseguenza del Presidente Emiliano è pura campagna elettorale. Sono riusciti in un miracolo, ovvero trasformare la Redazione del Piano Strategico per Taranto, che sulla carta ha pure un potenziale, in uno strumento per acchiappare qualche voto. Ci saremmo aspettati che i soldi provenienti dalle royalties fossero investiti sul territorio in progetti ed attività concrete per la crescita economica in termini imprenditoriali ed occupazionali. Invece serviranno per studi e monitoraggi che nulla aggiungeranno al benessere della città”.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Sezioni

Rubriche

News Locali

Servizi

Chi Siamo

Seguici Su: