Formula 1

Formula 1 (22)

Sebastian Vettel cacciato già a fine anno, terremoto in Ferrari: chi arriva al fianco di Leclerc

Il "patto di Sochi" non è stato rispettato o forse non è stato compreso. Charles Leclerc e Sebastian Vettel sarebbero dovuti finire primo e secondo al Gp di Russia. Leclerc si aspettava che Vettel gli restituisse subito la posizione ma Vettel non lo ha fatto: "Se avessi rallentato per farlo passare, mi sarei esposto all'attacco di Hamilton". Insomma, la tensione tra i due piloto è altissima e rischia di avere conseguenze pesantissime come il divorzio Vettel-Ferrari a fine stagione, con un anno di anticipo sulla scadenza del contratto, riporta La Stampa.

Leggi tutto...

F1, doppietta Ferrari a Singapore. Ma Leclerc: “Vettel prima al pit-stop? Voglio spiegazioni per la decisione, difficile da capire in gara”

L'uno-due in Malesia ha uno strascico amaro, perché il successo di Sebastian Vettel, a conti fatti, è merito anche della strategia decisa dal muretto. E il 21enne monegasco non la prende bene. Già in gara aveva chiesto: "Cosa è successo? Dopo ne parliamo, non trovo assolutamente giusto l'undercut". E la scuderia gli ha risposto: "Non fare cose stupide, dobbiamo portare due macchine a casa"

Leggi tutto...

Binotto: “Monza, nuova power unit e nessun margine d’errore”

Reduce dal primo successo stagionale del Gran Premio del Belgio, la Ferrari si prepara per il Gran Premio d'Italia

 La Ferrari ha trionfato a Monza in 18 occasioni, l’ultima nel 2010 con il successo di Fernando Alonso. Da cinque anni è la Mercedes a salire sul gradino più alto del podio in casa della Rossa, con quattro successi di Lewis Hamilton e uno di Nico Rosberg. Com’è noto, in virtù alle caratteristiche della SF90, che ha una minore resistenza all’avanzamento, le monoposto del Cavallino ben figurano sui tracciati contraddistinti da lunghi rettilinei, proprio come quello brianzolo.

 

Mattia Binotto, team principal di Maranello, ha avuto un pensiero per i tanti sostenitori che hanno potuto festeggiare il primo successo del 2019 domenica scorsa in Belgio: “Presentarsi al nostro Gran Premio di casa dopo la vittoria di Spa-Francorchamps è senza dubbio il modo migliore per arrivare a Monza, soprattutto per ringraziare i tifosi che tanto ci hanno supportato in questa stagione, fin qui non delle più facili“. L’ingegnere reggiano ha poi confermato l’introduzione sulle Rosse della power unit denominata ‘Evo3’: “Ci troviamo ad affrontare un circuito dalle medie molto elevate caratterizzato da lunghi rettilinei e violente frenate, sul quale si utilizza un pacchetto a basso carico aerodinamico. In questo fine settimana prevediamo di introdurre la nostra terza unità di power unit“.

La Ferrari sa bene che non può abbassare la guardia, perché, come si è visto in Belgio la Mercedes è sempre in agguato: “Abbiamo visto in Belgio che per vincere dobbiamo essere perfetti su ogni fronte e il nostro impegno è fare altrettanto anche a Monza. Non ci sarà margine di errore“. Nel fine settimana si festeggeranno i 90 anni del team, come ha spiegato Binotto: “Il GP di casa è sempre un appuntamento importante ma lo è ancora di più quest’anno, dal momento che celebriamo i 90 anni di Scuderia Ferrari. Correre davanti ai nostri tifosi ci dà sempre una spinta in più e una motivazione ulteriore a fare bene. Dopotutto non c’è un podio più bello di quello di Monza così come non esiste un pubblico migliore di quello Italiano“, ha concluso il numero uno del muretto del Cavallino Rampante.

 

Fonte: formulapassion.it - 04 Settembre 2019

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Sezioni

Rubriche

News Locali

Servizi

Chi Siamo

Seguici Su: